FISCALITA’

INDICI SINTETICI DI AFFIDABILITÀ FISCALE
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la circolare recante “ OGGETTO: Indici sintetici di affidabilità fiscale – periodo di imposta 2018 – ulteriori chiarimenti in risposta ad alcuni quesiti pervenuti da associazioni di categoria e ordini professionali. “  tramite la quale, per macro aree tematiche, risponde ai quesiti nati negli incontri tenutisi in passato con associazioni di categoria e ordini professionali sull’argomento di Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA).
Il documento è stato inviato agli Associati

IMPRESA AGRICOLA FAMILIARE L’Agenzia delle Entrate con la risposta ad interpello (Il documento è stato inviato agli Associati) , che in base all’articolo 10, comma 1, lett. e), del TUIR sono deducibili dal reddito complessivo, se non sono deducibili nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formarlo, tra l’altro, “i contributi previdenziali ed assistenziali versati in ottemperanza a disposizioni di legge, nonché quelli versati facoltativamente alla gestione della forma pensionistica obbligatoria di appartenenza, ivi compresi quelli per la ricongiunzione di periodi assicurativi.”chiarisce come devono avvenire i versamenti dei contributi previdenziali IRPEF versati obbligatoriamente dal titolare dell’impresa familiare in favore di coadiuvanti e coadiutori.

CANAPA
L’Agenzia delle Entrate con risposta ad interpello, (già inviata agli Associati), ha fornito i chiarimenti sul regime IVA applicabile alla vendita dei prodotti ottenibili dalla produzione della canapa come ad esempio olio di canapa, i panelli di canapa e la farina destinati alla l’alimentazione umana e la florescenza utilizzata dal florovivaismo.

CONTENZIOSO TRIBUTARIO
L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida della collana “l’Agenzia informa” dedicata al contenzioso tributario per aggiornare le informazioni dovute alle nuove disposizioni che regolano il  processo tributario telematico che per quanto attiene i giudizi instaurati, in primo e in secondo grado, con ricorso notificato a partire dal 1° luglio 2019 è necessario costituirsi in giudizio telematicamente per mezzo dell’applicativo “PTT”(Processo Tributario Telematico).
Il documento è stato inviato agli Associati

CONTENZIOSO TRIBUTARIO
L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida della collana “l’Agenzia informa” dedicata al contenzioso tributario per aggiornare le informazioni dovute alle nuove disposizioni che regolano il  processo tributario telematico che per quanto attiene i giudizi instaurati, in primo e in secondo grado, con ricorso notificato a partire dal 1° luglio 2019 è necessario costituirsi in giudizio telematicamente per mezzo dell’applicativo “PTT”(Processo Tributario Telematico).

CONTENZIOSO TRIBUTARIO
Il restyling si è reso necessario per adeguare le informazioni alle nuove disposizioni sul processo tributario telematico, in vigore per i giudizi instaurati, in primo e in secondo grado, con ricorso notificato a partire dal 1° luglio 2019
Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida della collana “l’Agenzia informa” sul contenzioso tributario. Il restyling si è reso necessario per adeguare le informazioni alle nuove disposizioni sul processo tributario telematico, in vigore per i giudizi instaurati, in primo e in secondo grado, con ricorso notificato a partire dal 1° luglio 2019. È ora obbligatorio notificare il ricorso e l’appello tramite posta elettronica certificata e di costituirsi in giudizio con modalità telematiche, tramite l’applicativo “PTT”(Processo Tributario Telematico).
Il documento è stato inviato agli Associati

IVA
PROFESSIONALMENTE IMPORTANTE

L’Agenzia delle Entrate con circolare del 17 giugno ha fornito importanti chiarimenti in tema di documentazione di operazioni rilevanti ai fini IVA, alla luce dei recenti interventi normativi in tema di fatturazione elettronica
Il documento è stato inviato agli Associati

ACCESSO AL REGIME FORFETARIO
L’Agenzia delle Entrate con risposta ad interpello recante “Articolo 1, comma 57, lettera d-bis) della legge 23 dicembre 2014, n. 190, come modificato dall’articolo 1, commi da 9 a 11, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 Cause ostative all’applicazione del regime c.d. forfetario “ ha chiarito che è causa ostativa all’applicazione del regime forfetario nel caso di lavoro da svolgersi in forma autonoma presso un datore di lavoro che ha in precedenza erogato una borsa di studio nei due anni antecedenti il periodo di imposta.
Il documento è stato inviato agli Associati

FATTURE ACQUISTI DA AGRICOLTORI ESONERATI
L’Agenzia delle Entrate il 30 aprile 2019, ad un interpello  con risposta recante per oggetto :  “Interpello articolo 11, comma 1, lett. a), legge 27 luglio 2000, n.212 – Numerazione delle fatture”  ha chiarito che comportamento devesi tenere in caso di fornitore in regime di esonero.
Il documento è stato inviato agli Associati

AsPerA

Leave a Reply

Your email address will not be published.